Que sera sera…tra dieci anni!

 

Un prato di fiori e un pensiero: la serenità
Un prato di fiori e un pensiero: la serenità

 

La mia giornata è proiettata al FUTURO (ancora scientificamente non “futurabile”, ma tentiamo!): come mi vedo tra 10 anni?

una domanda da un milione di dollari!” si, una di quelle che ti perseguitano per tutto il giorno ininterrottamente, come quando una canzone ti entra in testa e non c’è modo di farla uscire.

Tutto nasce da una frase volante ascoltata in un film, ma poi accuratamente trascritta nella sezione “salva come bozza” dello smartphone; l’attrice diceva, leggendo una lettera: “Cara Claire, ci sono parole “e” e “se” che da sole non hanno nulla di minaccioso, ma se le metti insieme, una vicina all’altra, hanno il potere di tormentarti per tutta la vita: “e se… e se… e se…

Dunque, E SE…riuscissi a realizzare tutti i miei sogni? E SE…la realtà che ci circonda, a volte, fosse differente? E SE…mi comportassi in maniera diversa?

La prima parola che mi gironzola in testa è: SERENITÀ; tra dieci anni voglio solo vivere una vita serena e, quindi, “mi vedo serena” (per rispondere al fatidico domandone)!

Ritrovarmi alla soglia dei quarant’anni (tra 10 anni, si intende!) con il mio bel faccino triste ed imbronciato, mi spaventa!

Odio, guardarmi intorno e vedere molte, troppe persone arrabbiate con la vita e non voglio fare quella fine.

Certo, la serenità passa attraverso tante cose, ma, a mio parere, passa, soprattutto, attraverso la LIBERTÀ di essere ciò che vogliamo essere e di fare ciò che vogliamo fare!

Sembra quasi scontato, ma è proprio così e voglio evidenziarlo per stamparmelo nella memoria e non dimenticarlo mai!

Ok, dopo questo momento di intensa e profonda riflessione (ora ho l’immagine di me in un campo di fiori che passeggio e penso!), passo alla mia attuale “Wish List” della serenità per il futuro, vediamo:

  • un lavoro che mi renda indipendente
  • una famiglia
  • amici vecchi e nuovi
  • un cane
  • una grande libreria
  • ritornare a suonare il pianoforte

Qualcosa mi dice che non è tutto qua e, infatti, dentro di me, credo che non esista una vera e completa “lista dei desideri” che posso stilare ora e renderla definitiva da qui a 10 anni. Dipenderà dal DESTINO (Karma, fa più figo!), per chi, come me, ci crede. Ciò che di più saggio posso fare ora è vivermi le 24 ore e poi…

Dopo aver fatto questo lungo viaggio con la mia navicella spazio-tempo, direzione “TO THE FUTURE”, sono curiosa come una scimmietta di conoscere il vostro “What will I be?”, quindi: E SE…

 

Non proprio penna e calamaio, ma: What will I be?
Non proprio penna e calamio, ma: What will I be?